I Greyhound ex racing

sono stati addestrati ad inseguire una lepre meccanica, ma non solo, infatti, sono attratti da tutto ciò che in natura si muove, sono sprinter che arrivano anche ai 70km/h per tratti corti.

I Galgo spagnoli

sono levrieri utilizzati in Spagna per la caccia alla lepre, sono più magri e meno potenti muscolarmente dei greyhound, ma hanno la resistenza ed elasticità nella corsa. I galgo sono cani che possono precorrere decine di km in poche ore a velocità costante. A differenza dei greyhound sono allevati in Spagna nei più vari modi possibili, possono essere recuperi da allevatori, come da privati, zingari o proprio randagi, per questo loro passato, sono levrieri che hanno più possibilità di condividere con gatti.

Entrambe le razze non conoscono il traffico cittadino, la sicurezza e la relativa vita del vostro cane e degli altri, dipendono dalla vostra saggezza.
Non permettetevi, in particolare all’inizio, di lasciare il vostro cane libero senza guinzaglio in zone non sicure e recintate, ci potrebbero essere elementi distrattivi che lo inducono a correre in mezzo a strade trafficate.

Sono  essenzialmente un cuccioli con il cuore di un corridore professionista.

Se permettete al vostro cane di salire su letti o divani, difficilmente riuscirete a farlo scendere.
I vostri odori e profumi diventeranno fonte di sicurezza, fornitegli una cuccia morbida e comoda, possiedono intelligenza, quiete e indipendenza che non sono state intaccate o alterate dall’esperienza di corse.
Sono cani che si legano molto al padrone, spesso lo seguono di stanza in stanza, vogliono osservare ogni gesto, e rubare ogni vostra carezza e attenzione. Non sarete mai solo.

A causa del loro iniziale addestramento alla corsa non hanno potuto realmente essere cuccioli.  Anche il rescue più anziano può manifestare
l’irresistibile bisogno di giocare come un cucciolo di pochi mesi. Mostrano affetto appoggiandosi con il loro corpo al vostro, quasi come a lucidare il pelo, ed emanando gorgoglii vocali simili a fusa. Anche se sono atteggiamenti che possono ricordare i felini,  non conoscono i gatti quindi fare molta attenzione.

I levrieri in generale NON avendo relativamente grasso in corpo soffrono il freddo e l’umidità, riparatelo con cappotti caldi e impermeabili nel periodo invernale quando uscite.

Il vostro levriero può essere perplesso dagli specchi, tutto è nuovo per lui spesso, lo vedrete specchiarsi nei riflessi delle vetrine, è un atteggiamento comune a questa razza. Non è raro che sbattano nel camminare contro a porte finestre o simili. Questa è una grande novità, ponetegli il naso delicatamente sul vetro, fate conoscere al cane questo nuovo mondo a lui sconosciuto, l’applicazione di nastri adesivi a x per i primi giorni contribuirà a rendere visibile la vetrata. Tenete chiusi contenitori di rifiuti, i cani sono molto intelligenti e cercano spesso a di aprire barattoli o scatole, solo per curiosità. Anche la televisione diventa un oggetto interessante per loro.

Le prime notti saranno movimentate, il vostro cane é stato abituato a dormire in compagnia d’altri simili, si sentirà solo e gemerà. Rassicuratelo con voce delicata e se potete avvicinate la sua cuccia alla stanza da letto, il vostro amico vedendovi si tranquillizzerà tenendovi sott’ occhio tutta notte.

In generale quando i cani hanno l’esigenza di uscire spesso si riesce a capire questo bisogno fisiologico, da specifici comportamenti.
Camminano nervosamente avanti e indietro o facendo dei cerchi concentrici, cercano la via d’uscita e vi guardano insistentemente, gemono cercano di aprire la porta, non aspettate troppo sono segnali inequivocabili.

Con il passare del tempo, il vostro cane comincerà a fidarsi di voi, diventando più sicuro arriverà a rubarvi abiti o accessori in vostra assenza, sono tutti segnali del suo inserimento nella famiglia.

Fate lunghe camminate con lui, giocate rendetelo felice é un imprinting che non ha mai avuto, necessario a trasformare il vostro levriero rescue in un perfetto cane di casa.